Mobilità: marciapiedi, terra di nessuno!

Non ho nessuna pretesa di capire fino in fondo la Cina, la mia poi è solo un’esperienza di un mese in “un piccolo comune” di solo 8 milioni di abitanti, dove nessuno parla inglese e pure provare a comprare qualcosa per cena diventa un’avventura, dove i ravioli te li danno per colazione e per non dirti di no ti fanno grandi sorrisi!
E pure la mobilità di questa città è un capitolo a parte.
Ad Hangzhou un cinese su 4 possiede una macchina a benzina. 2 milioni di autovetture che il sabato e la domenica paralizzano la città, tanto che lo stesso percorso che durante la settimana fai in mezz’ora nel week end ci impieghi 3 volte tanto. A questo si sommano un numero imprecisato di motorini elettrici, un po’ di biciclette e tanta tantissima gente a piedi. D’altronde sono 8 milioni… tutti con le stesse necessità di spostamento e di movimento. Di portare il figlio al parco, al lago, allo zoo o al parco avventure. Tutti con le stesse necessità di fare la spesa, di andare dal parrucchiere o qualsiasi altra cosa. Continua a leggere

Annunci